Protesi

Protesi fissa

La protesi fissa eseguita in studio, sia su denti che su impianti,è di altissima qualità e viene realizzata con la collaborazione del laboratorio odontotecnico esterno. I nostri protesisti sono estremamente attenti nella preparazione dei monconi dentali e utilizzano accurate tecniche per rilevare le impronte. Vengono utilizzate sia corone protesiche in metallo-ceramica (impiego di leghe ad alto tenore aureo per una migliore biocompatibilità, sia le cosi dette ceramiche integrali (o metal-free), aventi il nucleo interno in zirconio o allumina. La scelta del tipo di riabilitazione protesica viene fatta dal protesista sulla base di specifiche indicazioni relative a ciascun paziente, al fine di coniugare al meglio esigenze funzionali, biomeccaniche ed estetiche. Questo garantisce l’eccellenza del risultato e la sua durata nel tempo.

Tecniche e materiali

Ceramiche integrali senza metallo in allumina o zirconio: Il nostro centro utilizza protesi realizzate con il supporto delle tecnologie Sirona e Dentsply Cercon .Con questi sistemi è possibile costruire il nucleo (la parte interna di corone e ponti) in allumina o zirconio, sostituendo così il metallo. Le ceramiche integrali consentono una traslucenza ed un estetica del tutto simile a quella dei denti naturali. L’accuratezza di questi manufatti protesici è molto elevata: la precisione tra la protesi e i denti naturali o gli impianti endossei è dell’ordine di soli 15 micron. I prodotti realizzati dal laboratorio odontotecnico con il supporto di questa tecnologia, sono apprezzati oltre che per la loro bellezza anche per la resistenza nel tempo.

Ceramica su titanio: utilizzata per la protesi fissa definitiva. Per le sue caratteristiche fisiche e meccaniche il titanio è molto simile all’acciaio,ma con un peso specifico più basso.Ha in più un’ottima biocompatibilità,è radiopaco ed è uno scarso conduttore termico.La ceramica su titanio,utilizzata soprattutto per i settori dentali posteriori, garantisce un buon risultato estetico.

Protesi mobile

La protesi mobile riguarda ogni tipo di apparecchio rimovibile, dalla protesi totale (la dentiera), agli scheletrati (protesi parziali rinforzate da uno “scheletro” di metallo e agganciate ai denti residui), fino alle protesi mobili parziali provvisorie, che vengono di solito utilizzate per la sostituzione immediata di elementi estratti, in attesa della guarigione dei tessuti.

In particolare la metodica utilizzata in questo studio è la protesi neuromuscolare che prevede l’ utilizzazione a scopo diagnostico di attrezzature come la t.e.n.s. (neuro-stimolazione odontoiatrica), l’elettromiografia di superficie e la kinesiografia computerizzata. Queste metodiche permettono di eseguire correttamente riabilitazioni e terapie che non si limitano soltanto al distretto odontoiatrico, ma tengono conto anche dell’equilibrio neuro-muscolo-posturale con tutto il resto del corpo.

Tecniche e materiali

Protesi mobile scheletrica: applicazione di una protesi mobile parziale costituita da uno scheletro metallico (in cromo-cobalto o titanio) e denti in resina con l’ appoggio mucoso (sulla gengiva) e sugli elementi dentali residui tramite ganci metallici, appoggi o attacchi a clip. Protesi mobile parziale in resina: protesi mobile costituita da struttura e denti in resina con l’ appoggio mucoso (sulla gengiva) e sugli elementi dentali residui tramite gangi metallici, appoggi o attacchi a clip.

Protesi totale: applicazione di protesi mobile con struttura e denti in resina con appoggio sulla sola mucosa orale.